Grow

Grow

“Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno:
magari lo faranno tutti”
Einstein

Noi siamo certi di crescere.

Crescere, come il nostro posto nel mondo, proprio nel cuore delle terre brianzole: Grow Restaurant.

Crescere, come il frutto del lavoro dei nostri collaboratori, altamente specializzati e selezionati da noi con cura tra i piccoli produttori locali, i quali condividono con noi l’amore e la cura per la natura e la selezione di materie prime che ci consentono di portare in tavola eccellenze locali, spesso nascoste e sconosciute.

Crescere, come la passione che cresce dentro di noi; come un seme che germoglia, che non vede l’ora di essere condiviso con tutti coloro che avranno il piacere di sedersi a uno dei 14 tavoli di Grow, permettendo al nostro sogno di realizzarsi.

Matteo

Lo Chef

Matteo, classe 1997, ha ricevuto come primo regalo una cucina di legno ed il suo destino da chef è sempre stato segnato.

La sua scrivania è piena di libri di diverse tradizioni gastronomiche e la notte è per lui il miglior momento per studiare e immaginare nuovi improbabili abbinamenti per le creazioni culinarie.

Il suo curriculum vanta alcune cucine stellate e le migliori location della Brianza: giovane, determinato ed eternamente positivo, cucina con una leggera musica di sottofondo che accompagna fischiettando.

Amante della natura e della vita lontano dal caos, ha sperimentato alcuni tra i migliori ristoranti italiani ed europei. La sua ricerca non finisce mai, ogni occasione è buona per imparare.

Brigata

Riccardo

Il Sommelier

Nel 1994 nasce Riccardo, appassionato da sempre di design e buon gusto.

La sua formazione è lontana dal mondo della ristorazione, a cui si avvicina successivamente iniziando a lavorare come cameriere in diversi ristoranti. Grazie a queste esperienze ha scoperto il suo vero amore: il buon vino.

Spinto dalla sua passione visita costantemente importanti cantine italiane, collezionando pregiate bottiglie di vino. Poi, intraprende un corso professionale di sommellierie. Oggi non è per lui sufficiente individuare “l’ordinario”, è attratto e desidera far conoscere piccole gemme con grandi potenzialità.

Riccardo è l’occhio “stilistico” del ristorante, un perfezionista determinato e sempre pronto a crescere.